Mar 22

Protetto: Foto PXE

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Dic 24

Buone Feste

Dic 12

Protetto: Nuovo video stato confusionale

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Lug 29

Protetto: Video Stellina Per eventuali problemi di download o richieste contattare l’Amministratore sotto la voce contatti del Blog

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Apr 01

Esenzione dall’Imu per i disabili Le famiglie scrivono ai 98 sindaci

 

 

Esenzione dall’Imu per i disabili
Le famiglie scrivono ai 98 sindaci

Verona. Oggi, al Palazzo Scaligero, il presidente Giovanni Miozzi ha sottoscritto per primo la lettera che le associazioni dei familiari dei disabili invieranno ai 98 sindaci veronesi per la riduzione o l’esenzione dell’Imu. Erano presenti: Marzia Legnami, presidente di A.g.a.ve. Onlus, e Cristina Fraccaroli Tantini, presidente Anffas Verona. La richiesta di riduzione o di esenzione dell’Imu si motiva con la difficoltà dell’attuale momento economico e soprattutto con il progressivo taglio dei trasferimenti statali agli enti locali per le misure di assistenza e di sostegno ai disabili che quindi sono quasi esclusivamente a carico delle loro famiglie.
Presidente Miozzi: «Condivido e sostengo pienamente una proposta davvero molto utile e attuale. L’Imu è un imposta indigesta per tutti, figurarsi per le famiglie delle persone con disabilità che già devono affrontare delle spese ingenti per i loro cari a seguito della riduzione dei trasferimenti da parte dello Stato agli enti locali. L’esenzione del pagamento o quantomeno una riduzione potrebbero essere di grande aiuto a questi nuclei familiari. Mi farò portavoce con i sindaci della zona affinché tale proposta venga ascoltata con attenzione. Naturalmente, come sindaco di Isola della Scala, sono il primo, tra i miei colleghi, ad accoglierla. Il mio Comune è già attivissimo nel campo del sociale e negli ultimi anni abbiamo fatto molto per le persone in difficoltà. Questa sarà un’altra iniziativa interessante che accoglieremo senz’altro dopo aver valutato attentamente con quali modalità intervenire».
E secondo il presidente Agave: «La partecipazione della Provincia conferisce certamente un valore aggiunto a quest’importante iniziativa. Credo che il presidente Miozzi, che è anche sindaco di Isola della Scala e che ha sempre dimostrato sensibilità nei temi sociali, si farà portavoce con efficacia presso gli altri primi cittadini. Le associazioni aiutano e seguono ogni giorno i soggetti disabili e le loro famiglie, l’intervento diretto dei comuni, in termini di esenzione o riduzione dell’Imu sarebbe sicuramente un grande atto di equità sociale».
Per il presidente dell’Anffas, Fraccaroli Tantini «l’associazione che rappresento è una delle più antiche in Italia nel campo della disabilità. In questi anni abbiamo combattuto molte battaglie e ottenuto parecchi successi nel cambiamento della cultura verso la non abilità. Gravare sulla spesa delle famiglie con un’ulteriore tassa sarebbe oggi un rischio non solo in termini economici, ma anche sociali. L’integrazione delle persone con disabilità, infatti, passa anche attraverso azioni che liberano le famiglie da ulteriori incombenze economiche. Mi auguro che i Comuni si facciano carico dell’Imu nei limiti delle loro possibilità, dimostrando la loro sensibilità verso problemi sociali».

Fonte L’Arena

Mar 29

Grazie Cionfs

Con questo post oggi vi voglio presentare e far conoscere una persona
che può fare al caso vostro,si tratta di Antonio Confessore noto nel suo forum di supporto con il nick di Ciofs.
All’interno della board potete trovare molti consigli e supporto sia per il CMS sia per tutto quello che riguarda la gestione e il supporto di un forum.
Una delle cose importanti che sottolineo è la sua gestione attenta e prontamente disponibile nelle risposte ai quesiti che gli vengono proposti.
Insomma ora sta a voi scoprire le sue capacità tecniche e competenze

Da alcuni anni mi sta aiutando nella gestione del blog e prima ancora nel forum e mai decollato per la mia mancanza di tempo e problematiche varie.

Per tutto questo lo devo solamente ringraziare per la sua disponibilità e cortesia dimostrata nei miei confronti.

A suo favore supporto tecnico eccellente-disponibilità-risposte tempestive sul suo forum tecnico e informativo-capacità organizzativa-innovazioni e news nella gestione web in continuo miglioramento.

Se avete bisogno lo potete contattare sul suo forum

http://www.cionfs.it/forum/index.php

 

Grazie Antonio

Articolo da terminare

 

Mar 29

EVENTI segnalateli qua

Se vi sembra opportuno interessante segnalatemi gli eventi con un commento grazie

Mar 29

Anmic

Aperta nuova sede a Bussolengo

L’Associazione nazionale mutilati

e invalidi civili ha aperto

uno sportello anche a Bussolengo.

Lo annuncia Luciano Galvani

responsabile per la provincia

diVerona Anmic. «Il servizio funziona

ogni giovedì dalle

14.30 alle 17.30

del municipio storico in

piazza XXVI Aprile, che ci è

stato messo a disposizione dai

servizi sociali in seguito a una

convenzione».

L’ufficio si trova al piano terra dove è situato

anche quello dei servizi sociali

La posizione strategica di

Bussolengo permetterà di servire

meglio un interessante e

popoloso bacino d’utenza

Prossimamente mi viene riferito

che in programma c’è l’apertura di una sezione

su lago di Garda.

 

 

 

Gen 05

handylex.org

http://www.handylex.org/

HandyLex press
La prima rivista di informazione sui diritti e le opportunità
per le persone con disabilità e i loro familiari

Dall’esperienza decennale di HandyLex.org nasce una rivista nuova: si chiama HandyLexPress, tratta di diritti e di opportunità ed è dedicata alle persone con disabilità, ai loro familiari e a quanti operano in questo settore.

Essere cittadini, consumatori, clienti e utenti consapevoli, rispettosi e rispettati, significa preventivamente essere informati ed aggiornati, correttamente e in modo autorevole e comprensibile.

Vivono in Italia – secondo l’ISTAT – circa due milioni e mezzo di persone con disabilità che sono cittadini, consumatori, clienti ed utenti. E almeno altrettanti sono gli operatori del settore che di persone anziane o disabili si occupano. A queste persone, tentando di colmare un vuoto informativo, si rivolge HandyLexPress, forte dell’esperienza e del successo maturati nel web.

Qui sotto cliccando verrete diretti al sito in questione,reputo questo sito uno dei maggiori a livello di informazione

Un grande grazie al direttore responsabile della rivista Carlo Giacobini

Gen 05

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità

Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità

Con la legge 3 marzo 2009, n. 18 (pubblicata in G.U. n. 61 del 14 marzo 2009) il Parlamento ha autorizzato la ratifica della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità e del relativo protocollo opzionale, sottoscritta dall’Italia il 30 marzo 2007.

La Convenzione sui diritti delle persone con disabilità, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 13 dicembre 2006, rappresenta un importante risultato raggiunto dalla comunità internazionale in quanto, sino ad oggi, non esisteva in materia di disabilità uno strumento internazionale vincolante per gli Stati, se si escludono le Regole Standard ONU sulla disabilità, risalenti al 1993 e prive di forza vincolante.

In questa nuova prospettiva la Convenzione si inserisce nel più ampio contesto della tutela e della promozione dei diritti umani, definito in sede internazionale fin dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani del 1948 e consolidatosi nel corso dei decenni, confermando in favore delle persone con disabilità i principi fondamentali in tema di riconoscimento dei diritti di pari opportunità e di non discriminazione.

Nei suoi principi ispiratori la Convenzione non riconosce “nuovi” diritti alle persone con disabilità, intendendo piuttosto assicurare che queste ultime possano godere, sulla base degli ordinamenti degli Stati di appartenenza, degli stessi diritti riconosciuti agli altri consociati, in applicazione dei principi generali di pari opportunità per tutti.

Scopo della Convenzione, che si compone di un Preambolo e di 50 articoli, è quello di promuovere, proteggere e assicurare il pieno ed uguale godimento di tutti i diritti e di tutte le libertà da parte delle persone con disabilità. A tal fine, la condizione di disabilità viene ricondotta alla esistenza di barriere di varia natura che possono essere di ostacolo a quanti, portatori di minorazioni fisiche, mentali o sensoriali a lungo termine, hanno il diritto di partecipare in modo pieno ed effettivo alla società.

Alla Convenzione si affianca un Protocollo opzionale, composto da 18 articoli, anch’esso sottoscritto e ratificato dall’Italia.

Con successivo regolamento del Ministro del lavoro, della salute e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione, da emanarsi entro tre mesi dalla data di entrata in vigore della legge di ratifica, verranno disciplinate la composizione, l’organizzazione e il funzionamento dell’Osservatorio nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, istituito dall’articolo 3 della legge n. 18/2009.

{filelink=6}

{filelink=7}